Che cos’è l'Attestato di Prestazione Energetica?

Con l'entrata in vigore del decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013,pubblicato in Gazzetta ufficiale n.130 del 05/06/2013..

Che cos’è l'Attestato di Prestazione Energetica?


Con l'entrata in vigore del decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013,pubblicato in Gazzetta ufficiale n.130 del 05/06/2013, sono state introdotte numerose novità nel settore edilizio.
Non solo ha prorogato la detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie al 65% e introdotto il bonus mobili, ma ha apportato importanti novità in merito alle prestazioni energetiche delle costruzioni.
Il decreto, infatti,  contiene alcune modifiche al Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192, in particolare, all'articolo che introduce l'Attestato di Prestazione Energetica (APE), che ora sostituirà l'Attestato di Certificazione Energetica (ACE).
Analogamente all’ACE, l’Attestato di Prestazione Energetica è quel documento, che, attraverso specifici strumenti di calcolo, determina le prestazioni energetiche dell’immobile e prescrive eventuali raccomandazioni per il miglioramento delle stesse.
L’APE può essere cumulativo, quindi può riguardare anche più unità immobiliari di uno stesso edificio, purché abbiano tutte la stessa destinazione d’uso. E’ necessario anche che l’edificio sia dotato di un impianto di riscaldamento o di raffrescamento estivo, se presente, centralizzati.
Per cui un condominio potrà avere un unico APE  o più di uno, se sono presenti immobili con destinazioni diverse dalla residenza, ad esempio negozi ed uffici.
Come l’ACE, anche l’APE è un documento soggetto a scadenza ed ha la medesima durata temporale: infatti ha durata di 10 anni a partire dal rilascio, dopo i quali deve essere rinnovato. 
Il rinnovo va fatto anche ogni qual volta sull’immobile avvengano interventi di ristrutturazione tali da comportare modifiche delle prestazioni energetiche.

Quando è necessario?


L'Attestato di Prestazione Energetica deve essere fatto redigere dal proprietario di un immobile di nuova costruzione o in caso di vendita o di locazione ad un nuovo affittuario.
I parametri risultanti dall'Attestato di Prestazione Energetica, e quindi di fatto la classificazione energetica dell’immobile, devono essere chiaramente indicati negli annunci e nelle locandine che pubblicizzano affitti o vendite.
Nel caso in cui l’immobile sia già dotato di ACE, non sarà necessario redigere il nuovo attestato, ed esso rimarrà valido fino alla sua scadenza.

Sanzioni:


Il nuovo decreto modifica soprattutto il capitolo dedicato alle sanzioni.
1. Chi espone un annuncio pubblicitario privo del parametro risultante dall’attestato di Prestazione energetica, è passibile di una sanzione amministrativa compresa tra 500 euro e 3.000 euro.
2. Il proprietario che non ottempera all’obbligo di redigere l’Attestato per un immobile oggetto di nuova locazione, può subire una sanzione amministrativa compresa tra 300 euro e 1.800 euro.
3. Nel caso in cui, invece, la violazione sia commessa nell’ambito di un contratto di compravendita la sanzione sale, e può essere compresa tra 3.000 e 18.000 euro.
Stesse sanzioni sono previste nel caso di edificio di nova costruzione nei confronti del committente o del costruttore.
Sono previste multe anche per i professionisti che intervengono nel processo di qualificazione energetica.
4. In particolare, il professionista che, nella redazione dell’attestato non rispetti i requisiti di calcolo dettati dal decreto, è passibile di sanzioni comprese tra 700 euro e 4.200 euro.
5. Invece, il direttore dei lavori che non presenti al comune l’asseverazione di conformità dell’’edificio eseguito comprensiva dell’Attestato di Prestazione Energetica, potrà subire una sanzione compresa tra 1.000 euro e 6.000 euro.

Technical Partners s.r.l. Via Mastruccia, 12 - 03100 Frosinone (Fr) P.Iva 02404260602

powered by

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per scoprirne di più sui cookies e come disattivarli, leggi la nostra informativa.

  Accetto cookies da questo sito.